Perché sceglierci

Scopri i tanti motivi che ci rendono diversi rispetto alle altre banche.

Accendi il futuro

 

Un clic che farà scuola

Per festeggiare i nostri primi 10 anni di attività in Italia abbiamo deciso di fare un regalo a chi ne ha più bisogno coinvolgendo gli italiani in questa inziativa, come sempre senza chiedere nemmeno un euro.

 

50 scuole per L'Etiopia

50 scuole per L'Etiopia

Nel giugno 2011 abbiamo donato 250.000 euro ad UNICEF, attraverso il programma ING CHANCES FOR CHILDREN, per finanziare la costruzione di 50 scuole mobili in Etiopia per le popolazioni nomadi dell'Afar. Questa donazione permette a più di 7.500 bambini di avere accesso a un intero ciclo di scuola primaria e di migliorare il loro futuro e quello delle loro famiglie. Abbiamo chiesto a tutti gli italiani di sostenerci con un simbolico "clic" su un sito dedicato all'iniziativa.

 

L'istruzione è il dono più grande per il futuro di un bambino

L'istruzione è il dono più grande per il futuro di un bambino

E' insieme un diritto fondamentale e uno strumento potente per sconfiggere la povertà. L'istruzione contribuisce a migliorare la salute, aumenta le possibilità di reddito e riduce la diffusione di malattie come l'HIV.

 

L'Etiopia e la regione dell'Afar

L'Etiopia e la regione dell'Afar

La regione dell'Afar, abitata prevalentemente da popolazioni nomadi, è una delle più povere dell'Etiopia: infrastrutture, servizi sanitari, educativi e igienici sono ridotti al minimo. Il livello di scolarizzazione in questa regione è particolarmente basso: la ragione principale è la ridotta distribuzione delle strutture scolastiche a livello locale, che costringe i bambini a compiere grandi spostamenti per frequentare la scuola.

 

Il progetto ABE per le popolazioni dell'Afar

Il progetto ABE per le popolazioni dell'Afar

Il progetto Alternative Basic Education (ABE) è stato sviluppato dall'UNICEF e dal governo Etiope per garantire anche ai bambini delle popolazioni nomadi dell'Afar la possibilità di accedere ad un'istruzione primaria di qualità, attraverso la costruzione di strutture mobili in grado di soddisfare le esigenze delle comunità nomadi. Oltre ad assicurare la costruzione di queste strutture, il progetto intende anche fornire materiali didattici (libri di testo, quaderni, penne, banchi, lavagne, e taniche di acqua potabile) e provvedere alla formazione degli insegnanti.

 

Guarda il progetto dell'iniziativa