Trading

ING DIRECT ti offre il servizio di Trading online efficiente e conveniente.

Quanto costa

Le commissioni su tutti i mercati in dettaglio

Confronta i costi del tuo deposito attuale con quelli offerti dal TRADING di ING DIRECT

  Trading ING DIRECT Media banche *
Spese di custodia titoli e amministrazione zero 50 €
Invio estratto conto cartaceo zero 2 €
Accredito dividenti per azioni zero 5 €
Accredito cedole per obbligazioni o Titoli di Stato zero 5 €
Operazioni sul capitale zero 5 €
Contabili online zero 3 €

* Fonte: Elaborazione su dati PATTI CHIARI

Simulazione delle spese su un Portafoglio composto da: 1 Titolo di Stato (1 BTP con cedola semestrale), 1 Obbligazione societaria, 3 Investimenti su Azioni italiane (su una di queste azioni è previsto lo stacco di un dividendo, su un'altra un'operazione sul capitale). Per ogni operazione è stato simulato un controvalore di 10.000€.

Operazioni Trading ING DIRECT Media banche *
Acquisto e vendita BTP 36 € 50 €
Acquisto e vendita 3 Titoli Azionari 108 € 150 €
Acquisto e vendita 1 Obbligazione 36 € 50 €

Sono gli stessi del foglio informativo

*Fonte: Elaborazione su dati PATTI CHIARI

Simulazione delle spese su un Portafoglio composto da:
1 Titolo di Stato (1 BTP con cedola semestrale),
1 Obbligazione societaria,
3 Investimenti su Azioni italiane (su una di queste azioni è previsto lo stacco di un dividendo, su un'altra un'operazione sul capitale).
Per ogni operazione è stato simulato un controvalore di 10.000€

Confronta i costi operando dai nostri conti

Operazioni annue Conto Arancio Conto Corrente Arancio
da 1 a 15 0,19 %min 8 € max 18 € 0,19 %min 8 € max 18 €
da 16 a 50 8 €
da 51 a 100 7 €
da 101 in poi 6 €

Come calcolare la tassazione sui tuoi guadagni

I guadagni in Borsa (Capital Gain) sono soggetti ad un'imposta pari al 26%, che può essere pagata dagli investitori attraverso la scelta di due diversi regimi fiscali: il Regime Amministrato e il Regime Dichiarativo.

Regime amministrato

Regime amministrato

L'investitore che sceglie questo regime delega alla Banca il calcolo dell'imposta sostitutiva sulle plusvalenze realizzate.

Su ogni operatore che determini un guadagno la Banca trattiene l'imposta dovuta e la paga per conto del cliente.

Nel caso il cliente realizzi delle minusvalenze la Banca provvede automaticamente a compensare le plusvalenze conseguite con le minusvalenze in precedenza realizzate (fino a quattro periodi di imposta successivi).

Sul cliente non incombe alcun obbligo in sede di dichiarazione dei redditi.

Regime dichiarativo

Regime dichiarativo

l'investitore che sceglie questo regime deve dichiarare, nella denuncia dei redditi, tutte le plusvalenze e minusvalenze registrate in seguito a vendite e rimborsi effettuati nel corso dell'anno.

L'obbligo fiscale è assunto in autonomia dal cliente sulla base della propria denuncia dei redditi e deve tenere conto di tutti i movimenti realizzati nell'anno.

 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale

Per le condizioni contrattuali consulta il foglio informativo disponibile nella sezione Trasparenza e in filiale. La vendita dei prodotti e dei servizi è soggetta alla valutazione della banca.